Tagged: Filippo Leonardi

0

Cesena, Quartiere Fiorenzuola

Con quasi 11.000 abitanti su di un territorio di poco più di 5 chilometri quadrati, il Fiorenzuola è uno dei quartieri più densamente popolati del Comune di Cesena. Ad oggi i residenti del Fiorenzuola...

Deragliare

Un treno che parte da una stazione del’est. Ci sono delle strane rampe di metallo verniciato di blu e completamente scarenate che mi fanno pensare ad un ambientazione cyber-punk. Non ricordo perché sono lì,...

0

Sogni da Reporter

Sono in macchina e mi muovo in una direzione sconosciuta. Sto tornando da una località turistica, viaggio in autostrada, credo di avere anche un materassino nei sedili dietro della macchina. In autostrada si procede a rilento nonostante di tradiico, inspiegabilmente, ce ne sia veramente poco.

0

CDS, armi finanziarie di distruzione di massa

Mentre l’attenzione si è finora concentrata sulla crisi relativamente minore dell’insolvenza nei mutui sub-prime statunitensi quale fulcro dell’attuale crisi nei settori di finanza e credito che sta coinvolgendo il mondo bancario anglosassone, ora si comincia a mettere a fuoco un problema molto più consistente. Le obbligazioni garantite da ipoteca sub-prime o ad alto rischio – le CMO come vengono chiamate – sono solo la punta di un iceberg gigantesco fatto di crediti furbeschi che cominciano a guastarsi. La prossima crisi è già cominciata nel mercato dei Credit Default Swap, un mercato da 62 mila miliardi di dollari. Non ne avete mai sentito parlare? Allora, è tempo di darci un’occhiata. La prossima fase della crisi in via di sviluppo nella “rivoluzione della finanza” USA-centrica infatti sta emergendo nel mercato in relazione a quegli arcani strumenti conosciuti come Credit Default Swap o CDS.

0

CON LA LUNA LE MAREE | Racconto #3

Capitolo III:
Lunedì 25 settembre, ore 5:18
Io e la mia famiglia abitiamo in una piccola specie di mansarda tutta fatta di legno chiaro. E’ molto accogliente e di giorno fa risaltare tutto il sole che entra dai lucernai. Abbiamo un letto a castello, il mio letto e quello di mamma. Matrimoniale, ma lei dorme sola, non so il perché. Mio fratello deve avere al massimo 18 anni mentre mia sorella è poco più grande di me, sui 10-12. Tutte le mattine ci alziamo, facciamo colazione assieme e siamo tutti ancora in vestaglia. Bianca, con delle parti ricamate, intorno al collo. Tutte chiaramente tranne mio fratello, che ha addosso il

0

CON LA LUNA LE MAREE | Racconto #3

Capitolo III:
Lunedì 25 settembre, ore 5:18
Io e la mia famiglia abitiamo in una piccola specie di mansarda tutta fatta di legno chiaro. E’ molto accogliente e di giorno fa risaltare tutto il sole che entra dai lucernai. Abbiamo un letto a castello, il mio letto e quello di mamma. Matrimoniale, ma lei dorme sola, non so il perché. Mio fratello deve avere al massimo 18 anni mentre mia sorella è poco più grande di me, sui 10-12. Tutte le mattine ci alziamo, facciamo colazione assieme e siamo tutti ancora in vestaglia. Bianca, con delle parti ricamate, intorno al collo. Tutte chiaramente tranne mio fratello, che ha addosso il

0

CON LA LUNA LE MAREE | Racconto #2

CAPITOLO II:

Questa sera è la sera. Non puoi chiamarti fuori, Phil!- dall’altro capo del telefono, con voce perplessa: -Sai Teo, non saprei…forse stiamo commettendo lo sbaglio più grande della nostra vita…uhm…A volte è piacevole superare i propri primati…non solo quelli col segno meno davan… Teo lo interruppe: “Smettila con le tue idiozie, cazzo, oppure la testa te la faccio saltare io, senza troppi problemi. Sono anni ormai che io, tu e gli altri parliamo e viviamo solo in funzione di quel giorno. Bene, quel giorno è arrivato ed è arrivato anche per te, credimi…prova a guardarti dentro Phil, guardati in fondo all’anima…sono certo che ti verranno in mente tutti i momenti che abbiamo passato insieme negli ultimi anni…e tutti portano a stasera…non mi deludere. Ci incontriamo al grande cancello, giù al porto, intorno alle 7. Ciao sciocco” e