Ultimi articoli
gennaio: 2012
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Dissonanze Giornale

23 Gen Dissonanze Giornale

L’Italia è in crisi, i forconi risalgono lo stivale, Monti lavora per la riforma degli ordini professionali, la manovra salva Italia che mette in discussione anche l’ordine dei giornalisti, i finanziamenti pubblici alla carta stampata sono nell’occhio del ciclone. E a Savignano che si fà? Si apre un giornale. O meglio, si continua ad alimentare con entusiasmo e speranza una rivista online nata quasi per gioco dalla mente di un piccolo gruppo di ragazzi residenti fra Santarcangelo e il Rubicone:  Filippo Ribani, 24 anni di Savignano, Ilaria Virgili, 21 anni di San Mauro Pascoli, Nicola DellaPasqua 23 anni di Savignano, Francesco Campana 22 anni di Savignano e Luca Rasponi 27 anni di Santarcangelo sono la redazione e lo zoccolo duro di “Dissonanze Giornale“.

Online  dai primi mesi del 2010 e consultabile all’indirizzo www.dissonanzegiornale.it, quello che per alcuni rimarrà un semplice blog, ma che per molti rappresenta già un vero e proprio progetto editoriale, nasce dalla passione e dalla fantasia di alcuni giovani universitari animati dalla voglia di vedere le proprie competenze riconosciute e le proprie idee rappresentate in quel mare magnum che è l’informazione online. Il sogno, a detta degli stessi ideatori, è quello di  “diventare une vera e propria testata giornalistica” e di veder crescere la propria community grazie agli strumenti che il web mette loro a disposizione, affrontando temi che nel corso dei mesi sono valsi una mole di contatti ed un numero di collaboratori sempre crescente. “Ad oggi – racconta Filippo Rubini, tra i fondatori del sitoweb – vantiamo quasi 50 collaboratori, che ci scrivono da tutta Italia. Ogni mese il nostro sito registra circa 6,000 visualizzazioni. Un sogno se pensiamo che all’inizio di questa avventura i contatti si contavano sul palmo di una mano”.

A fronte di quelli che oggi sarebbero chiamati obbiettivi di medio-lungo termine però, i ragazzi di dissonanze vantano già una serie di contatti ed interviste di tutto rispetto: “in questo anno e mezzo, attraverso il giornale siamo riusciti ad intervistare intellettuali ed artisti del calibro Ascanio Celestini e band come i Verdena“.  Piccole cose forse, ma nel giorno in cui uno dei più importanti siti di condivisione di contenuti come Megaupload chiude i battenti per violazione di copyright, vere e proprie miniere di contributi ad qualità ed assolutamente originali come Dissonanze rappresentano per certo il futuro rispetto a ciò in cui ci si potrà imbattere su internet fra qualche tempo. E chissà, magari anche il futuro di un nuovo modello di giornalismo.

No Comments

Post A Comment

*