Ultimi articoli
dicembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Manifesto

Sono un enorme bacino idrografico, ovviamente artificiale, che preme con una forza inaudita contro un muro. La mia capacità di controllo è grande tanto quanto i potenziali pericoli che un incidente, una rottura dell’invaso potrebbe provocare. Si ecco, tipo un Vajont psicologico. Si perché sono l’acqua sopra alle tre gole, ma sono anche i pensieri nella mente di un uomo. Non uno uomo qualunque. Yes of course, un ragazzo qualunque. Dietro me ho le montagne, alte e così protettive. Davanti il mare. Fra noi statuaria ed imponente svetta la “Diga delle tre Gole”. La mia forza è inaudita e potrebbe provocare disastri se non gestita con cautela e cura. Per questo E’ stato costruito un muro capace di controllarmi. Su di esso poi sono posizionate delle chiuse e delle turbine il cui compito è quello di alleggerire la pressione, lo stress, che io incessantemente ho il compito di generare. Dal loro corretto funzionamento dipende la sopravvivenza dell’area in cui mi trovo ed al contempo il rifornimento energetico di buona parte dell’intera regione. Come se mantenere il controllo dell’alternanza fra tensione e rilascio, con metodo, fosse un modo per superare le difficoltà ed anzi acquisire nuove forze ed energie per andare avanti. Questo è il mio scopo. Seguire quello che amo, tenere a bada le turbine grazie a cui vivo.

Ho scritto questa breve testo evocativo quando ho aperto per gioco il mio primo blog, La Diga delle Tre Gole appunto. A distanza di quasi 10 anni sono felice di essere riuscito a rimanere sempre me stesso, in tutte le avventure che fino a questo momento ho intrapreso, in modo più o meno volontario e consapevole.

E questo nel suo piccolo è già un bel risultato 🙂

Grazie per essere arrivato sin qua e… Buona lettura!