Ultimi articoli
agosto: 2010
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

La Frequenza di Rimbalzo nella Web Analysis

27 Ago La Frequenza di Rimbalzo nella Web Analysis

La definizione di Frequenza di Rimbalzo è molto semplice. La frequenza di rimbalzo infatti è un indicatore che sta per la percentuale di utenti che abbandona il sito web, dopo aver visitato una sola pagina. La Frequenza di Rimbalzo è uno dei parametri per la valutaizone e l’ottimizzazione delle performance di un sito web (SEO)

L’allusione al rimbalzo è evocativa: la frequenza di rimbalzo, sta infati ad indicare la percentuale dei visitatori che è rimbalzata via del sito visitando solo ed esclusivamente una pagina: per cui una frequenza di rimbalzo molto bassa sta ad indicare che buona parte dei visitatori del sito visitano più di una pagina.  Al contrario, valori molto alta può essere dovuta a vari motivi, ne elenco alcuni:

  • Il visitatore sta informazioni specifiche, ad esempio, un numero di telefono o una via. Se riesce a trovarli al primo colpo molto probabilmente uscirà subito dopo, un caso tipico per siti di hotel e ristoranti. Lo stesso discorso può valere per qualsiasi altro tipo di informazioni che siano d’interesse del visitatore ed immediatamente reperibili.
  • Si potrebbe trattare di un sito “made for ads” ovvero fatto per le pubblicità in cui il visitatore ovunque clicca troverà un link in uscita che farà guadagnare qualcosa al webmaster.
  • Presentazioni dannose. Prima di entrare nel  sito vi è una di quelle noiose (e fastidiose se con audio) presentazioni in flash.
  • Coerenza Keyword. Non vi è alcun tipo di pertinenza tra il contenuto della pagina e la ricerca effettuata dal visitatore.

Come far diminuire la frequenza di rimbalzo?

La prima cosa da fare è identificare le pagine di uscita principali, per vedere quali sono basterà entrare nell’ account di Google Analytics e nel menù “CONTENUTO” trovare la voce dedicata, e scegliendo dal menù a tendina “% uscita” avrai la lista delle pagine in uscita ordinate in percentuale dalla più alta alla più basse ed è proprio sui contenuti di quelle pagine con percentuali più alte che bisogna lavorare.

Altro fattore da curare è l’accessibilità del sito sotto il punto di vista strutturale. Ogni pagina del sito deve contenere dei link interni in modo da poter far navigare il visitatore. Una pagina con zero link interni è un vicolo cieco che non offrendo alcuna  possibilità al visitatore quasi sicuramente uscirà. Una forte struttura di link interni oltre a favorire la navigazione dei visitatori permetterà di rendere sempre accessibili risorse che altrimenti sarebbero finite nel dimenticatoio.

In generale però non scervelliamoci per abbassare la frequenza di rimbalzo più di quanto essa non sia disposta a fare: La Frequenza di Rimbalzo è una costante per ciascun sito ed una certa percentuale di utenti che abbandonerà il nostro sito dopo aver visitato solo una pagina rimarrà sempre.

No Comments

Post A Comment

*