Ultimi articoli
Agosto: 2019
L M M G V S D
« Mar    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Pensieri

21 Feb Dinosauri, meteore e linee guida per i siti web della Pubblica Amministrazione

leviatanoLa pubblica amministrazione italiana è un dinosauro che cerca con movenze pachidermiche di schivare meteore incandescenti rappresentate dagli accidenti che quotidianamente comuni cittadini ed utenti generici le scagliano imbufaliti contro. Dalla metà degli anni '90 qualcosa a livello normativo ha cominciato a smuoversi, dall'inizio del XXI secolo qualche precipitato delle scelte normative effettuate ha cominciato ad avere effetti sul paese reale. Le Leggi Bassanini, la Legge 150/01, il Codice dell'Amministrazione digitale, sono solo alcuni dei provvedimenti intrapresi per cercare di svecchiare il nostro apparto burocratico ed avvicinare la cittadinanza all'enorme mole di documenti, opportunità ed occasioni di controllo offerte da internet e dalla rete.

Read More

14 Dic Sul finanziamento elettorale ai partiti politici

E' brutto arrivare tardi, ma è sempre bello arrivare. Oggi la fiducia al Berlusca, che da oggi diventa ufficialmente "Bis-lusca". Ieri il mitico Lucarelli, che ti rinfresca un attimo la memoria sulle stragi di mafia del '92, sull'accordo stato mafia, sui poteri forti. Ci sarebbero libri e libri da scrivere, nessuno probabilmente con un quadro chiaro di quello che dalla seconda guerra mondiale in poi succede in Italia. Poi se ne parla, cerchi di capire come mai tutto sembra andare a rotoli. Tutto in effetti ci va. Ma poi devi concentrarti su qualcosa, per spiccare un
Read More

30 Nov Spirale

Facciamo un bel post incentrato sul nulla. Di solito in questi casi si usa il Lorem Ipsum ma sono in vena di smanettamenti e quindi tengo in allenamento i polpastrelli. mi piacerebbe scrivere. Mi piacerebbe scrivere ancora come ai tempi dell'università. Cazzo sembro un vecchio...

Read More

17 Ago En To Pan

En To PanSono al lavoro. Fra dieci minuti stacco. Mi prendo una pausa. Ho bisogno di trovarmi. Sono passati ormai 10 anni dalla prima volta che ho scritto questa frase. Di cose ne sono cambiate molte. Ma ancora stento ad individuare quale forma dare al mio essere. Cerco di correre, provo a fermarmi. Cerco di muovermi, non di soffocarmi. E non mi importa mai di quello che appare ed è una cosa di cui non andare fieri. Come se fossi condannato ad essere fuori dai giochi per il resto dell'eternità. Ma ho smesso di crogiolare nei castelli di sapone costruiti ad hoc per godere del mio stare male. Me ne frego, come me ne frego di tante altre cose. Tradimenti, amicizie presunte, solitudine, moltitudine, voglia di cambiare e di restare. Sono tutto. Tutto in Uno. En To Pan.
Read More

13 Ago Deragliare

Un treno che parte da una stazione del'est. Ci sono delle strane rampe di metallo verniciato di blu e completamente scarenate che mi fanno pensare ad un ambientazione cyber-punk. Non ricordo perché sono lì, ma prima di salire sul vagone so per certo di essere in viaggio assieme a tante persone che conosco, tanti amici, tutti accomunati dall'ingombro dei bagagli, improbabili accostamenti di vestiti e colori e un po' di trascuratezza. Alla fine di un viaggio dai sempre il peggio di te. Il treno è grigio e non è certo pulito. Ha una banda rossa sulle due pance laterali, a indicare l'altezza dove poter cercare la maniglia di emergenza senza rimanere delusi.
Read More

07 Ago Sogni da Reporter

Sono in macchina e mi muovo in una direzione sconosciuta. Sto tornando da una località turistica, viaggio in autostrada, credo di avere anche un materassino nei sedili dietro della macchina. In autostrada si procede a rilento nonostante di tradiico, inspiegabilmente, ce ne sia veramente poco. Mentre la macchina procede, comincio ad intravedere una sagoma scura diventare sempre più grande. Rallento e la sagoma comincia a prendere una forma interpretabile, tanto che ben presto mi accprgo della sua reale identità. Sul ciglio della strada, esattamente a cavallo della banchina, un elefante si muove nella direzione opposta alla mia. Sembra impaurito ed un po' spaesato. Un elefante in autostrada. C'è da credergli. Il mio primo pensiero è sapere dove siamo. In quale paese. Roma? Milano? Firenze? No siamo vicino a casa. casa...
Read More

20 Lug Torno qui a concentrarmi

Torno qui a concentrarmi, con la testa piena di intrugli. In questi giorni mi barcameno fra la sensazione che provano quelli che sono stravaccati in spiaggia, a tu per tu con il sole, ma con il cellulare sul tavolino dell'ombrellone (i più proletari, dentro la borsa, in spiaggia libera) e quelli che invece le ferie non le hanno ancora viste e non fanno altro che pensare ad un bel viaggio, capace di spazzare via le piccole cose che durante tutto l'anno te le fanno girare. A metà perchè è esattamente a metà che sono, ma ancora va bene così. Miles Davis Suona. Intanto penso a che cos'è davvero quella strana bestia che chiamano amicizia. Non riesco ancora a capire di che soca sia relmente fatta. A volte mi obbligo a pensare che non debba avere gli stessi meccanismi che si dimostrano vincenti, funzionanti in tutte le altre aree dell'interazione. A volte mi illudo che ci si postra mostrare per quello che si è con coloro che si ritengono vicini. Il punto è che spesso quella piccola cerchia di persone è effittivamente ancora più
Read More

30 Giu CON LA LUNA LE MAREE | Racconto #3

Capitolo III: Lunedì 25 settembre, ore 5:18 Io e la mia famiglia abitiamo in una piccola specie di mansarda tutta fatta di legno chiaro. E' molto accogliente e di giorno fa risaltare tutto il sole che entra dai lucernai. Abbiamo un letto a castello, il mio letto e quello di mamma. Matrimoniale, ma lei dorme sola, non so il perché. Mio fratello deve avere al massimo 18 anni mentre mia sorella è poco più grande di me, sui 10-12. Tutte le mattine ci alziamo, facciamo colazione assieme e siamo tutti ancora in vestaglia. Bianca, con delle parti ricamate, intorno al collo. Tutte chiaramente tranne mio fratello, che ha addosso il suo solito pigiama castagna scolorito. E ci deve essere del caffè latte nelle nostre tazze. Con dei dolcetti squisiti. Di quelli che puoi trovare solo nel forno più vecchio del paese. La mamma mi ha sempre ricoperto di attenzioni. Posso dire di essere da sempre stata la sua preferita, anche quando non ero ancora nata ed ero solo un semplice sogno. Forse è per questa sua così forte attrazione verso me che sono nata allergica all’elettricità.
Read More