giugno 2014

30 Giu

Pdf embed, pageflip plugin su Joomla e WordPress? FlipGorilla!

Ho cercato per due ore un plugin che potesse rendere l'idea che volevo realizzare su un particolare sito web, che non starò qui a menzionare. Il problema è che la versione di Joomla! di quell'installazione è una 1.5, ovvero una versione assolutamente non aggiornata, che per motivi legati all'architettura del portale non può attualmente supportare alcun tipo di upgrade. Parallelamente sembra molto difficile trovare plugin in grado di creare delle maschere di visualizzazione con la funzione pageflip - l'effetto volta pagina, per intenderci - in grado di gestire documenti .pdf.
20 Giu

Google Local History sa dove sei stato. 5 semplici mosse per riprendersi un po’ della propria Privacy

Il titolo di questo post è volutamente cinematografico. Come in quel film horror dove il mantra era "So cosa hai fatto". Ecco, Google ci dice "So dove sei stato". E ti da la possibilità di vedere in modo assolutamente e dettagliatamente georeferenziato i luoghi che il tuo avatar è stato avvistato nel grande rete di internet. Parlo di avatar poiché l'identità che viene monitorata è quella del nostro profilo Google, ma soprattutto perchè noto nel mio personale "ritratto geografico" che l'avatar di Filippo Leonardi è stato avvistato a Nuova Dehli, Varanasi e compagnia bella meno di 30 giorni fa, in terre quindi dove la parola avatar - o Avatāra, in sanscrito - significa proprio quello che noi intendiamo: gli hindu parlano infatti di Avatāra per riferirsi ad una delle molteplici incarnazioni del loro dio Shiva. Ed è un po' come se noi fossimo Dei se rapportati alle decine di profili più o meno social che abbiamo sparsi in giro per il web. No!?
13 Giu

World in Sound: interview with Wolf

Non appena avrò un po' di tempo farò una traduzione in italiano di questo post, se non altro perchè ci tengo particolarmente. Grazie all'amico Christian Peters dei Samsara Blues Experiment sono entrato in contatto con Wolf, il fondatore della World in Sound, un'etichetta che dai primi anni '90 pubblica ristampe di dischi sottovalutati provenienti dal passato, ma anche nuove uscite, sostenendo in modo la maturazione di band che nascono sottoterra e che possono fare capolino da una finestra di tutto rispetto come quella della World in Sound. Una mosca bianca per molti aspetti, proprio per questo è stato bello scambiare con questa realtà, se pur in modalità asincrona - qualche battuta. Un ultima cosa: support the underground!